ITINERARIO Didattico

I MUSEI DI CREMONA - THE MUSEUMS OF CREMONA

 

MUSEO CIVICO

Duemila pezzi - dal Medioevo al Novecento raccontano l’evoluzione dell’arte cremonese. È questo il cuore del museo che, allestito con tocco moderno di gran respiro, regala momenti di sicuro impatto: come la Sala san Domenico, con le sue 14 enormi tele provenienti dall’omonima chiesa, o i capolavori che il museo conserva: il “San Francesco in meditazione” del Caravaggio, o l’“Ortolano” di Giuseppe Arcimboldo. Da non perdere la sezione “porcellane e ceramiche”.

 

LE STANZE PER LA MUSICA

Accanto al museo, nello stesso palazzo cinquecentesco, si trova la collezione privata di Carlo Alberto Carutti: una raccolta di strumenti a corda fra le più rilevanti per qualità, rarità e stato di conservazione. Sessanta strumenti testimoni di quattro secoli di liuteria, appartenuti a noti collezionisti, musicisti ed aristocratici: violini, viole, viole d’amore, pochettes e ghironde, oltre a una magnifica chitarra di Antonio de Torres, che spesso viene suonata in momenti musicali pubblici.

 

MUSEO STORIA NATURALE

Aperto al pubblico e gratuito, il museo è una vera ghittoneria per i piccoli visitatori, apprezzata anche dai grandi. Il moderno allestimento conduce alla scoperta di minerali, fossili e piccole ambientazioni con specie tipiche del territorio. Completano il percorso la galleria per esposizioni temporanee e una ricca biblioteca per bambini di circa 10.000 volumi, dove i giovani lettori possono leggere per dare sfogo alla loro curiosità.

 

MUSEO ARCHEOLOGICO

Un museo incastonato in un museo: questo è San Lorenzo, museo archeologico allestito in una chiesa del XII secolo. Al suo interno si trovano materiali rinvenuti in varie domus, una delle quali allestita come ritrovata in scavo. Questo offre ai visitatori la suggestione di accedere a un’antica casa romana. Fra i pezzi di maggior pregio: la statua in terracotta da via Plasio e il complesso dei mosaici dalla domus trovata in via Cadolini negli anni ‘50.

 

MUSEO DEL VIOLINO

Museo unico al mondo racconta cinque secoli di liuteria cremonese, partendo dall’opera dei grandi maestri: Amati, Guarneri, Stradivari. Accanto alle collezioni storiche, quelle contemporanee: gli strumenti vincitori dei Concorsi Triennali Internazionali di liuteria, considerati le Olimpiadi della liuteria. Imperdibile l’ascolto dei capolavori di Stradivari in auditorium Giovanni Arvedi: brevi momenti musicali per vivere intense emozioni.

 

MUSEO VERTICALE

Si trova all’interno del Torrazzo, simbolo della città, ed è dedicato al suo orologio astronomico, capolavoro della meccanica antica. L’orologio conserva intatto il meccanismo del 1582, ed è uno degli orologi più grandi al mondo: il suo diametro supera, infatti, gli 8 metri. Oltre ai meccanismi che regolano l’orologio, nel museo viene illustrata la storia della percezione umana del tempo con la ricostruzione di antichi strumenti, vari tipi di orologi e interessanti contenuti multimediali. E dalla sommità della torre, si gode infine una magnifica vista della città.

 

MUSEO DELLA CIVILTA' CONTADINA

La cascina “Cambonino vecchio” ospita il museo della civiltà contadina. Lì si può passeggiare nell’aia, camminare nella stalla antica dove sono esposti antichi oggetti di lavoro legati all’allevamento, o immaginare di fare il bucato nella “bügadéera”, la lavanderia: niente lavatrici, ma fornelli in muratura per bollire l’acqua e poi giù a strofinare. Sotto il barchessale si trovano le macchine agricole; nella casa dei contadini, invece, attrezzi di uso quotidiano, giocattoli dei bambini, oggetti casalinghi riportano indietro nel tempo grandi e piccini.


VIAGGIO ALLA SCOPERTA DEI FUMETTI

Centro Fumetto “Andrea Pazienza”
Presentazione articolata dei principali generi fumettistici pubblicati in lingua italiana con relativa contestualizzazione storica e tecnica. L’operatore mostrerà volumi e periodici adeguati al tipo di classe in visita presso la struttura, della quale sarà anche spiegata brevemente la storia e il funzionamento. A seguire proposte di lettura da fruire in loco.

Durata: da una a due ore
Ingresso gratuito ma su prenotazione
Referente: Michele Ginevra
Centro Fumetto "Andrea Pazienza"
Via Palestro 17 - 26100 Cremona
tel. 0372/407790 - info@cfapaz.org

LABORATORIO LAMPO DI FUMETTO
Centro Fumetto “Andrea Pazienza”
Come si realizza un fumetto: esposizione essenziale delle nozioni di base. A seguire, si proporrà agli studenti la realizzazione al momento di brevi sequenze di fumetti. È prevista anche una breve presentazione della struttura e delle attività proposte con proposte di lettura da fruire in loco. Il laboratorio ha le seguenti finalità: lavorare sul concetto di sequenzialità, stimolare la fantasia attraverso la realizzazione di finali che sviluppano o concludono strisce già impostate.


Durata: due/tre ore consecutive
Ingresso a pagamento su prenotazione
Referente: Michele Ginevra
Centro Fumetto "Andrea Pazienza"
Via Palestro 17 - 26100 Cremona
tel. 0372/407790 - info@cfapaz.org

Bianca Maria Visconti Signora e Duchessa di Milano

La figura di Bianca Maria Visconti (1425-1468) è al centro di questo itinerario che tocca alcuni dei luoghi più importanti legati alla sua vita. Nata in territorio pavese, manterrà per tutta la sua vita uno stretto legame con Cremona, sua città dotale. Ed è proprio da questa città che parte il nostro viaggio, che toccherà anche Castelleone col Santuario di Santa Maria in Bressanoro, finanziato dalla duchessa per assolvere ad un voto espresso quando una figlia si trovò in pericolo di vita. Il santuario si contraddistingue per la singolarità della pianta centrale, la prima ad essere realizzata in Lombardia prima dell’arrivo di Bramante e per gli splendidi apparati decorativi in terracotta realizzati da Rinaldo de Stauris. A conclusione non può mancare Milano, la capitale del Ducato, nonché centro degli interessi economici e mecenatistici dei Duchi che si sono sempre contraddistinti nel promuovere la costruzione di edifici religiosi e civili, come la Chiesa di Santa Maria Incoronata e l’Ospedale Maggiore, l’odierna Università Statale, oltre al Castello Sforzesco, attuale sede di importanti musei e biblioteche, ma fatto erigere da Francesco Sforza sui resti della precedente Rocca Viscontea. La visita comprende anche la zona del Duomo, dove il 25 marzo 1450 si tenne la cerimonia ufficiale di ingresso in città dei Duchi.

Durata: l’itinerario si può svolgere in una giornata intera oppure in due giornate a seconda delle località che si scelgono.

Destinatari: gruppi di adulti o scolaresche

Luoghi da visitare:

Cremona: S. Sigismodo, piazza del Comune, S. Agostino

Castelleone: S. Maria in Bressanoro

Milano: Castello Sforzesco, S. Maria Incoronata, ex Ospedale Maggiore, Duomo (esterno, ingresso facoltativo).

È richiesta la prenotazione 

Informazioni e prenotazioni: Associazione Guide Turistiche “Il Ghirlo”:

cell. 333 7376750, info@ilghirlo.it  www.ilghirlo.it

 

A Cremona fra arte e musica

L’itinerario si snoda tra le vie del centro storico alla ricerca degli antichi palazzi rinascimentali, come Palazzo Fodri che ancora conserva gli splendidi fregi rinascimentali in terracotta, senza trascurare la Piazza del Comune con i monumenti che vi si affacciano: Duomo (esterno e interno), Battistero (esterno), Loggia dei Militi (esterno), Palazzo Comunale (esterno e eventualmente visita alle sale di rappresentanza interne), Torrazzo (esterno). Non può mancare uno sguardo alle botteghe dei liutai che continuano l’antica tradizione cremonese di costruzione degli strumenti ad arco, ai Giardini di Piazza Roma con la tomba di Antonio Stradivari e la zona dell’Isola, l’antico quartiere dei liutai.

Durata: 2 ore e mezza

Destinatari: gruppi di adulti o scolaresche

Il percorso non prevede ingressi a pagamento, è richiesta la prenotazione 

Informazioni e prenotazioni: Associazione Guide Turistiche “Il Ghirlo”, 333 7376750 o info@ilghirlo.it

 

Dalla Piazza maggiore a Sant’Agata … le due anime della città di Cremona

Dalla Città Vecchia alla “Cittanova”: un percorso per conoscere le due principali fazioni politiche della città in epoca medievale, i Notabili e i Popolari. Si analizzeranno non solo le lotte intercorse tra questi due gruppi, ma anche le sedi del potere e della vita della Cremona medievale.
Itinerario: Piazza del Comune, Palazzo Comunale (esterno e interno), Loggia dei Militi (esterno), Battistero (esterno), Piazza Stradivari (Palazzo del Capitano, esterno), Torre dei Torresini (esterno), Palazzo Cittanova (esterno), Chiesa di Sant’Agata (esterno).

Durata: 2 ore

Destinatari: gruppi di adulti o scolaresche

Il percorso non prevede ingressi a pagamento, è richiesta la prenotazione 

Informazioni e prenotazioni: Associazione Guide Turistiche “Il Ghirlo” 333 7376750o info@ilghirlo.it www.ilghirlo.it

PROMOSSO DA

logo_consorzio.png

IN COLLABORAZION CON

logo-violino2.png
logo ONAS .registrato-2.gif
EINAUDI LOGO.png

ORGANIZZATORI

SPONSOR

PADANIA-ACQUE.jpg
logo confartigianato imprese cremona.jpg

Email: info@festadelsalamecremona.it | Festa del Salame. Sito creato da Black Whale.