ITINERARIO DIDATTICO PER LE SCUOLE


Vi invitiamo ad organizzare le vostre Gite Scolastiche alla Festa Salame Cremona dal 26 al 28 ottobre, periodo in cui tutta l’attività della festa sarà attiva e in cui saranno presenti laboratori e attività appositamente creati per i bambini e i ragazzi.

Si potrà passeggiare nel centro di Cremona degustando la miglior produzione di torrone e dolciumi proveniente da ogni parte d’Italia e dall’estero; vi attende un ricco programma di iniziative culturali, enogastronomiche, di animazione e intrattenimento senza dimenticarsi del lato didattico.

Saranno possibili itinerari differenti a seconda delle esigenze delle scuole di ogni ordine e grado, di seguito vi proponiamo l’itinerario didattico.

Vi consigliamo di consultare anche l’itinerario turistico.

Il Servizio Didattico del Sistema Museale della Città di Cremona presenta alle scuole diversi itinerari, lezioni e laboratori, legati al patrimonio storico-artistico-scientifico- naturalistico della città, condotti da esperti nelle singole discipline.

(http://musei.comune.cremona. it/index.php)

Nelle sedi museali gli esperti accolgono gli studenti per la visita alle collezioni, con possibili approfondimenti tematici attraverso la proiezione di diapositive e laboratori pratici.

Le sedi museali, infatti, sono dotate di aule didattiche dove si svolgono lezioni e laboratori.


Bianca Maria Visconti Signora e Duchessa di Milano

La figura di Bianca Maria Visconti (1425-1468) è al centro di questo itinerario che tocca alcuni dei luoghi più importanti legati alla sua vita. Nata in territorio pavese, manterrà per tutta la sua vita uno stretto legame con Cremona, sua città dotale. Ed è proprio da questa città che parte il nostro viaggio, che toccherà anche Castelleone col Santuario di Santa Maria in Bressanoro, finanziato dalla duchessa per assolvere ad un voto espresso quando una figlia si trovò in pericolo di vita. Il santuario si contraddistingue per la singolarità della pianta centrale, la prima ad essere realizzata in Lombardia prima dell’arrivo di Bramante e per gli splendidi apparati decorativi in terracotta realizzati da Rinaldo de Stauris. A conclusione non può mancare Milano, la capitale del Ducato, nonché centro degli interessi economici e mecenatistici dei Duchi che si sono sempre contraddistinti nel promuovere la costruzione di edifici religiosi e civili, come la Chiesa di Santa Maria Incoronata e l’Ospedale Maggiore, l’odierna Università Statale, oltre al Castello Sforzesco, attuale sede di importanti musei e biblioteche, ma fatto erigere da Francesco Sforza sui resti della precedente Rocca Viscontea. La visita comprende anche la zona del Duomo, dove il 25 marzo 1450 si tenne la cerimonia ufficiale di ingresso in città dei Duchi.

Durata: l’itinerario si può svolgere in una giornata intera oppure in due giornate a seconda delle località che si scelgono.

Destinatari: gruppi di adulti o scolaresche

Luoghi da visitare:

Cremona: S. Sigismodo, piazza del Comune, S. Agostino

Castelleone: S. Maria in Bressanoro

Milano: Castello Sforzesco, S. Maria Incoronata, ex Ospedale Maggiore, Duomo (esterno, ingresso facoltativo).

È richiesta la prenotazione 

Informazioni e prenotazioni: Associazione Guide Turistiche “Il Ghirlo”:

cell. 333 7376750info@ilghirlo.it  www.ilghirlo.it


A Cremona fra arte e musica

L’itinerario si snoda tra le vie del centro storico alla ricerca degli antichi palazzi rinascimentali, come Palazzo Fodri che ancora conserva gli splendidi fregi rinascimentali in terracotta, senza trascurare la Piazza del Comune con i monumenti che vi si affacciano: Duomo (esterno e interno), Battistero (esterno), Loggia dei Militi (esterno), Palazzo Comunale (esterno e eventualmente visita alle sale di rappresentanza interne), Torrazzo (esterno). Non può mancare uno sguardo alle botteghe dei liutai che continuano l’antica tradizione cremonese di costruzione degli strumenti ad arco, ai Giardini di Piazza Roma con la tomba di Antonio Stradivari e la zona dell’Isola, l’antico quartiere dei liutai.

Durata: 2 ore e mezza

Destinatari: gruppi di adulti o scolaresche

Il percorso non prevede ingressi a pagamento, è richiesta la prenotazione 

Informazioni e prenotazioni: Associazione Guide Turistiche “Il Ghirlo”, 333 7376750info@ilghirlo.it


Dalla Piazza maggiore a Sant’Agata … le due anime della città di Cremona

Dalla Città Vecchia alla “Cittanova”: un percorso per conoscere le due principali fazioni politiche della città in epoca medievale, i Notabili e i Popolari. Si analizzeranno non solo le lotte intercorse tra questi due gruppi, ma anche le sedi del potere e della vita della Cremona medievale.
Itinerario: Piazza del Comune, Palazzo Comunale (esterno e interno), Loggia dei Militi (esterno), Battistero (esterno), Piazza Stradivari (Palazzo del Capitano, esterno), Torre dei Torresini (esterno), Palazzo Cittanova (esterno), Chiesa di Sant’Agata (esterno).

Durata: 2 ore

Destinatari: gruppi di adulti o scolaresche

Il percorso non prevede ingressi a pagamento, è richiesta la prenotazione 

Informazioni e prenotazioni: Associazione Guide Turistiche “Il Ghirlo” 333 7376750info@ilghirlo.it www.ilghirlo.it


Visita alle collezioni museali

Il Servizio Didattico del Sistema Museale della Città di Cremona presenta alle scuole le proposte didattiche legate al patrimonio storico-artistico-scientifico-naturalistico della città.

Le proposte prevedono itinerari, lezioni e laboratori condotti da esperti nelle singole discipline.

Gli itinerari prevedono, oltre alla visita ai Musei, percorsi di approfondimento che toccano i monumenti più significativi delle diverse epoche storiche (romana, medioevale, rinascimentale e spagnola), nonché percorsi specifici di carattere naturalistico.

Nelle sedi museali gli esperti accolgono gli studenti per la visita alle collezioni, con possibili approfondimenti tematici attraverso la proiezione di diapositive e laboratori pratici. Le sedi museali, infatti, sono dotate di aule didattiche dove si svolgono lezioni e laboratori.

Museo Civico “Ala Ponzone”

  • Pinacoteca

Collocata nel cinquecentesco Palazzo Affaitati, raccoglie principalmente la collezione d’arte che il marchese Giuseppe Ala Ponzone donò alla città nel 1842. La raccolta fu poi ampliata con le opere provenienti da chiese cremonesi soppresse e con donazioni di privati. Oggi, tra dipinti e sculture, si contano oltre duemila pezzi, tra cui spiaccano il San Francesco in meditazione del Caravaggio e l’Ortolano dell’Arcimboldo. Per le scuole si propongono incontri finalizzati a far conoscere la formazione della collezione, la struttura museale, le procedure preposte alla conservazione e alla tutela delle opere, l’evoluzione pittorica nel corso dei secoli, le tecniche pittoriche.

  • Le Stanze per la Musica

Collezione degli strumenti storici di Carlo Alberto Carutti. La preziosa collezione rappresenta una delle più importanti raccolte di strumenti a pizzico per la qualità, la rarità e lo stato di conservazione degli strumenti che la costituiscono. Essa ripercorre quattro secoli di liuteria ed è formata da oltre sessanta strumenti alcuni dei quali appartenuti a noti collezionisti, musicisti ed esponenti dell’aristocrazia. Oltre ad interessanti esemplari di violini, viole, viole d’amore, pochettes e ghironde, sono presenti una cinquantina di strumenti a corde pizzicate fra cui chitarre, english-guitars, mandolini e liuti, costruiti dai principali artigiani europei attivi nei secoli XVII, XVIII e XIX. Si è inoltre recentemente arricchita di due interessantissimi pezzi: il mandolino della memoria e il violino della shoah.

Museo Archeologico

All’interno della chiesa medievale sconsacrata di San Lorenzo, il museo restituisce l’immagine di Cremona dalla fondazione romana del 218 a.c., prima colonia a nord del Po, fino al periodo di maggior splendore dell’età romana imperiale, attraverso i reperti rinvenuti in città e nel territorio, dall’Ottocento fino agli scavi più recenti.

Museo Civico di Storia Naturale

Il nucleo originario è costituito dal lascito Ala Ponzone, interessante e di gran pregio in quanto il marchese Giuseppe Ala Ponzone, ancor prima che collezionista, fu naturalista e preparatore. Il percorso inizia con la sezione storica e prosegue con un passaggio sistematico attraverso le singole discipline per arrivare alla riflessione sul tema della conservazione della biodiversità nel territorio cremonese. Lezioni in museo: mineralogia, petrografia, paleontologia, botanica, zoologia, Pianura Padana, la città sottosopra: ciclo dell’acqua, dell’energia e della materia.

Museo Civico della Civiltà Contadina “Il Cambonino Vecchio”

Il museo ospita, nei suoi spazi, la storia e le tradizioni contadine di una tipica cascina cremonese. Uno sguardo d’insieme alla struttura ed agli edifici darà lo spunto per una più attenta considerazione sulla cascina a “corte chiusa”. Visitando la cascina, verranno presentati gli oggetti utilizzati per i lavori domestici ed alcuni attrezzi per il lavoro in cascina e nei campi. Lezioni al museo: visita alla cascina, il lavoro nei campi, il lavoro in cascina.

Museo del Violino

Al Museo del Violino è possibile scoprire e ripercorrere cinque secoli di liuteria cremonese attraverso un incontro diretto con i grandi Maestri – Amati, Stradivari, Guarneri – ed i loro capolavori, seguendo una traccia equilibrata di arte e artigianalità, creatività e tradizione che dalle botteghe tardo-rinascimentali giunge fino a oggi.

Scuola Internazionale di Liuteria

L’istituto nato nel 1938, è l’unico riferimento mondiale finalizzato alla formazione dei liutai secondo i dettami della liuteria classica cremonese. La presenza di molti studenti provenienti da ogni parte del mondo è il suo miglior riconoscimento come realtà formativa di eccellenza a livello internazionale.

TARIFFE MUSEI PER LE SCUOLE

– Museo Civico “Ala Ponzone” (Pinacoteca, Le Stanze per la Musica): fino ai 18 anni gratuito, dai 18 ai 25 anni euro 5,00 a persona
– Museo Archeologico: fino ai 18 anni gratuito, dai 18 anni euro 3,00 a persona
– Museo di Storia Naturale: gratuito
– Museo della Civiltà Contadina: gratuito

Attività didattica: euro 1,00

– Museo del Violino: euro 5,00

Biglietto cumulativo
– Museo Civico “Ala Ponzone” (Pinacoteca, Le Stanze per la Musica), Museo Archeologico e Museo del Violino euro 10,00


LABORATORI

Per le scuole di ogni ordine e grado si propongono itinerari di visita e laboratori adeguati all’età e al corso di studi degli alunni, anche in abbinamento al percorso di Cremona romana (strada di via Solferino, Domus di Piazza Marconi e sotterranei della scuola Capra Plasio).

Museo Civico “Ala Ponzone”
  • Pinacoteca

Conoscere il museo attraverso lo stupore di una storia narrata
La tela si anima
Il ritratto
Un fiore d’autore
Animali, creature leggendarie e mostri ci osservano dai dipinti del museo
Un quadro tutto mio (Laboratorio teorico-pratico)
Le tecniche artistiche (Laboratorio teorico)
Laboratorio sul colore (Laboratorio pratico)
La tempera su tavola (Laboratorio pratico)
Il colore ad olio (Laboratorio pratico)

  • Le Stanze per la Musica

C’era una volta un suonatore di… storie narrate su chitarre, liuti, mandolini, ghironde
Alla scoperta della chitarra
Vibrato, glissato, tremolo, pizzicato… la matematica dell’armonia
La musica per strumenti a corda

Museo Archeologico

La vita quotidiana a Cremona in età romana, costruiamo un mosaico, simulazione dello scavo, analisi e schedatura dei reperti, la scrittura nel mondo antico, lavorazione dell’argilla con la tecnica a colombino.

Museo di Storia Naturale

Mineralogia, lezione e osservazione al microscopio di microminerali, biologia: osservazione al microscopio di organismi unicellulari, laboratorio fiume, ambiente, città che propone una lettura interdisciplinare della storia del nostro fiume e del nostro territorio, progetto est: la pianura oltre la pianura, evoluzione e biodiversità in pianura padana.

Cascina Museo “Il Cambonino Vecchio”

Farina del mio sacco (arte e tecnica molitoria), Filo da torcere (le fibre tessili e la loro lavorazione), I nonni giocavano (costruzione di un giocattolo d’epoca), Dal baco alla seta (laboratorio di bachicoltura), De’es mizüure, en ta’i, (laboratorio di falegnameria), Orpo che orto (laboratorio orticoltura).

Per informazioni e tariffe dei laboratori potete contattare:

Ufficio sezione didattica del Sistema Museale della città di Cremona
Palazzo Affaitati – Via Ugolani Dati, 4
tel. 0372 407269 fax 0372 407268

museo.didattica@comune.cremona.itwww.musei.comune.cremona.it
Orario: dal lunedì al venerdì dalle 8.30 alle 13.00
il mercoledì dalle 8.30 alle 16.30
sito web: http://informagiovani.comune.cremona.it/content/turismo-scolastico

Museo del Violino

Scuola al Museo del Violino

Ai bambini ed agli adolescenti, il Museo del Violino propone un’ampia varietà di iniziative didattiche e laboratoriali per conoscere il mondo affascinante degli strumenti ad arco cremonesi e dei loro costruttori. Le visite e i percorsi tematici sviluppano tracce di approfondimento differenti per età e competenze, per regalare ad ognuno il piacere della scoperta e dell’apprendimento declinati in forma piacevole e divertente. Al MdV anche i più piccoli possono scoprire – grazie ad un percorso multimediale dedicato – strumenti musicali preziosi e strani, oggetti curiosi e un po’ magici, lasciarsi affascinare dall’abilità dei liutai che, oggi come in passato, sanno trarre dal legno e da vernici preparate con alchimie segrete un suono dolce e melodioso come la voce umana. Installazioni multimediali ed un ricco corredo documentale consentono ad ogni visitatore di realizzare un percorso suggestivo e coinvolgente dove strumenti, profumi, suoni e immagini concorrono a dar forma a storia, sogni ed emozioni.

I colori del suono

Di che colore è il suono del violino? Diverso da viola, violoncello e contrabbasso? Giocando con postazioni multimediali interattive, i bambini scoprono la magia dei suoni; il disegno e la componente materica degli oggetti li aiutano ad integrare linguaggi diversi in un approccio multisensoriale.

Ogni riccio un capriccio

La testa del violino è un riccio ribelle che mette alla prova le abili mani del liutaio… Scoprire le caratteristiche del violino e riprodurle aiuta i giovani apprendisti ad affacciarsi al mondo affascinante degli strumenti ad arco. Ogni senso è coinvolto in un’esperienza incredibile arricchita da ascolti didattici e supporti multimediali, alla scoperta del mondo sonoro di questa scatola, che il tocco magico dell’archetto sa far cantare.

Come in bottega: arte o mestiere?

La bottega è l’atelier nel quale il liutaio, come uno stilista, dà vita alla sua creazione. Il rumore della pialla, i colpi secchi della sgorbia, il lento lavorio della rasiera: la forma si delinea nei vari passaggi, metodicamente ripetuti attraverso i secoli. Bambini e ragazzi scompongono e ricompongono lo strumento, provando piccoli attrezzi e imparando il lessico specifico, scoprendosi possibili liutai di domani.

Prenotazioni e informazioni:

Tel. 0372 801801edu@museodelviolino.org

www.museodelviolino.org/scuola-al-museo-3


VIAGGIO ALLA SCOPERTA DEI FUMETTI

Centro Fumetto “Andrea Pazienza”

Presentazione articolata dei principali generi fumettistici pubblicati in lingua italiana con relativa contestualizzazione storica e tecnica. L’operatore mostrerà volumi e periodici adeguati al tipo di classe in visita presso la struttura, della quale sarà anche spiegata brevemente la storia e il funzionamento. A seguire proposte di lettura da fruire in loco.

Durata: da una a due ore
Tariffa Gruppo: gratuito
Referente: Michele Ginevra
Piazza Giovanni XXIII, 1 – 26100 Cremona
Tel. 0372 22207
info@cfapaz.org – www.cfapaz.org

LABORATORIO LAMPO DI FUMETTO

Centro Fumetto “Andrea Pazienza”

Come si realizza un fumetto: esposizione essenziale delle nozioni di base. A seguire, si proporrà agli studenti la realizzazione al momento di brevi sequenze di fumetti. È prevista anche una breve presentazione della struttura e delle attività proposte con proposte di lettura da fruire in loco. Il laboratorio ha le seguenti finalità: lavorare sul concetto di sequenzialità, stimolare la fantasia attraverso la realizzazione di finali che sviluppano o concludono strisce già impostate.

Durata: due/tre ore consecutive
Referente: Michele Ginevra
Piazza Giovanni XXIII, 1 – 26100 Cremona
Tel. 0372 22207
info@cfapaz.org – www.cfapaz.org