VENERDì 26 OTTOBRE


LA DISFIDA DEI SALAMI DEL PO – Tour goloso fra Piacenza, Cremona e Mantova

Ore 16.00, PalaSalame Giardini Pubblici di Piazza Roma


Un’originale gara gastronomica che vede coinvolti 12 agriturismi selezionati di tre province conosciute per l’alto livello dei prodotti di norcineria, preparati ancora in modo artigianale.
Piacenza è l’unica città d’Europa che vanta ben tre DOP (Denominazione di Origine Protetta) nel campo dei salumi: coppa, pancetta e, ovviamente, il salame. Un prestigioso marchio che la Comunità Europea ha riconosciuto alla città emiliana, sita proprio al confine con la Lombardia.
Cremona, la città che ospita la seconda edizione del Festival del Salame dopo il successo della prima edizione tenuta nell’ottobre del 2017, che sorge in ottima posizione per la produzione di salame. Nel cuore della Pianura Padana, con un alto tasso di umidità e scarsa ventilazione.
Mantova, con il suo salame del casalin dei contadini, fatto con una ricetta vecchia di secoli e derivata dal tradizionale metodo di lavorazione casalinga del maiale. Proprio quel salame, non dimentichiamolo, che si è aggiudicato l’ambito primo posto nella disfida “Un salame da leccarsi i baffi” cui hanno partecipato tutte le province lombarde lo scorso anno.
Un tour per autentici buongustai, dunque, che parte da ovest, ai confini della Lombardia, per spingersi fino all’estremità orientale della Regione. Seguendo passo passo il corso del fiume Po.
Il giornalista professionista, collaboratore del Corriere della Sera ed esperto sui temi del food Giorgio Cannì, introduce e illustra i prodotti di ogni azienda e presiede la giuria di esperti del settore food che premierà i migliori salami artigianali.